Le Nostre Proposte - Nuoro - Oliena

 

NUORO

Nuoro è una cittadina di trentaseimila abitanti, capitale culturale della Barbagia. Dai primi del 900, con l’istituzione della Provincia ha avuto un importante sviluppo economico divenendo sede di licei, ospedali e uffici pubblici. In quello stesso periodo un vivace fermento culturale anima la città in cui nascono e si formano letterati come il premio Nobel Grazia Deledda, lo scrittore Salvatore Satta e il poeta Sebastiano Satta, ma anche scultori e pittori che faranno meritare alla città l’appellativo di “Atene Sarda”. Questa eredità culturale si è sviluppata nel tempo e Nuoro si propone, ancora oggi, come centro di grande interesse per la sua storia ed i suoi musei.

 

MAN_MUSEO DI ARTE CONTEMPORANEA – collezione permanente artisti sardi del 900 | Aperto tutto l’anno | Chiusura settimanale: lunedì
CONTATTI: 0784252110 - nuoro.museoman@gmail.com - www.museoman.it

MUSEO TRIBU – collezione permanente dello scultore Francesco Ciusa | Aperto tutto l’anno | Chiusura settimanale: lunedì
CONTATTI: 0784253052 - info@tribunuoro.it - www.tribunuoro.it

MUSEO ETNOGRAFICO SARDO - collezione di costumi e arredi tradizionali | Aperto tutto l’anno | Chiusura settimanale: lunedì
CONTATTI: 0784257035 - 0784242900 - www.isresardegna.it

MUSEO DELEDDIANO - casa natale di Grazia Deledda| Aperto tutto l’anno | Chiusura settimanale: lunedì
CONTATTI: 0784242900, 0784258088 - www.isresardegna.it

MUSEO ARCHEOLOGICO NAZIONALE DI NUORO | Aperto tutto l’anno | Chiusura settimanale: domenica e lunedì
CONTATTI: 078431688 - sedenuoro@arti.beniculturali.it  www.museoarcheologiconuoro.beniculturali.it

PIAZZA SEBASTIANO SATTA – progettata dall’artista e scultore di fama internazionale Costantino Nivola

CHIESA DELLA SOLITUDINE – custodisce la tomba della scrittrice e premio Nobel Grazia Deledda

REDENTORE E CHIESETTA DI NOSTRA SIGNORA DEL MONTE – statua bronzea del Cristo Redentore posizionata sulla sommità del monte Ortobene

CHIESETTA DI SAN CARLO - custodisce la riproduzione in bronzo della statua di Francesco Ciusa “ La madre dell’ucciso” premiata alla Biennale di Venezia del 1907.

 

OLIENA

Oliena sorge alle falde del monte Corrasi, uno straordinario massiccio calcareo la cui vetta candida di rocce a strapiombo incorona la foresta di lecci che sovrasta il paese. I laboratori artigianali del ricamo, dell’arte orafa e dei prodotti enogastronomici, suggeriscono la visita del caratteristico centro storico che gli è valsa la bandiera arancione dei borghi più belli d’Italia. Il paesaggio rurale caratterizzato dagli oliveti cui si riconduce il nome del paese e la lunga tradizione nella produzione di oli extravergini di eccellenza hanno consentito di annoverare questa località tra le “Città dell’Olio”; ma Oliena non è solo oliveti è anche vigneti curatissimi, regno del vino Nepente decantato da Gabriele D’Annunzio che lo ha reso celebre nel mondo. Nel territorio le straordinarie emergenze naturalistiche e archeologiche sono le tappe imperdibili di panoramiche escursioni a piedi o in fuoristrada.

 

MUSEO DEL FAZZOLETTO | Aperto tutto l’anno | Chiusura settimanale: domenica
CONTATTI:  3466612992 - info@prolocooliena.it - www.prolocooliena.it

VALLE DI LANAITTO (Grotte di Sa Oche, Su Ventu, e Corbeddu - Villaggio nuragico e fonte sacra Sa Sedda ‘e  sos Carros)
CONTATTI: Presidio Turistico Galaveras - 0784286078 - galaveras.oliena@gmail.com – facebook

SORGENTI DI SU GOLOGONE – imponente fonte carsica alle falde del Supramonte di rilevante interesse speleoturistico | Aperto marzo –ottobre
CONTATTI:  3285649983, 3923925165, 3497128571 - lefonti@hotmail.it - www.oliena.net/lefonti

VILLAGGIO NURAGICO TISCALI (Dorgali – Oliena) - Insediamento di epoca nuragica posizionato all’interno di una grotta di cui è crollata la volta, in cima al Monte Tiscali. 2 ore di trekking per raggiungerlo dalla base di partenza della valle di Lanaitto | Aperto tutto l’anno
CONTATTI: 0784286078 - galaveras.oliena@gmail.com – facebook

CHIESA DI SANTA CROCE

CHIESA DI SANT’IGNAZIO ED EX COLLEGIO DEI GESUITI

 

 


Elenco aziende all'interno dell'itinerario